Dall’invenzione della forchetta al “finger food”: breve storia del banqueting

Stiamo per entrare nella settimana degli Oscar e così abbiamo pensato di stilare una lista dei 5 film con i matrimoni più memorabili di sempre!

Da sempre, sul grande schermo seguiamo storie di coppie intenzionate a sposarsi. Ma ostacolate da ogni parte da parenti e guai. Oppure semplicemente incapaci di capire di essere fatti l’uno per l’altra.

Dalle pellicole perfette per celebrare le attrici del momento (vedi Julia Roberts ne “Il matrimonio del mio migliore amico”), alle commedie degli equivoci, alle love story strappalacrime, ai fasti hollywoodiani. Certo è che in ognuno di questi film potete trovare ispirazione: dagli abiti, alle location, e ovviamente ai banchetti di nozze!

Il padre della Sposa

Come dimenticare il tenerissimo Steve Martin alle prese con il matrimonio della figlia maggiore? Accanto a Diane Keaton sono la coppia di genitori che ogni futura sposa sogna di avere: belli, accomodanti, simpatici. Tra buoni sentimenti, sorrisi e colori pastello il sogno americano si celebra sotto un romantico tendone pieno di luci….occhio agli imprevisti però!

4 matrimoni e un funerale

Atmosfere e humor british caratterizzano questa commedia dai toni sfumati, ormai un classico del genere, girata da Mike Newell nel 1994. I matrimoni e il funerale fanno da sfondo e da motore alla vicenda di un giovane. Charles – Huge Grant – ha una grande passione per il gentil sesso. Di bell’aspetto e piuttosto viziato, ritardatario cronico, non ha nessuna intenzione di rinunciare al ruolo di scapolo e dongiovanni. Chicca del film il cameo di Rowan Atkinson – alias Mr Bean – nel ruolo secondario di un prete alle prime armi e divertentissimo.

Il mio grasso grosso matrimonio greco

Una famiglia ingombrante fa da sfondo ai preparativi per un esilarante matrimonio tra la non bellissima e un po’ impacciata Toula, di origini greche e Ian, insegnante di inglese vegetariano e americanissimo, che con la Grecia non ha proprio nulla a che fare. L’amore, ovviamente, trionferà, in barba alle differenze culturali tra le famiglie dei futuri sposi. Una delle commedie che ha incassato di più nella storia del cinema con una sceneggiatura che tiene attaccati allo schermo, scritto – particolarità – dal’ attrice protagonista Nia Verdalos.

Un appuntamento per la sposa

“Un appuntamento per la sposa”, di Rama Burshtein, è uno degli esempi più recenti, e brillanti, di come il wedding movie possa raccontare, attraverso il tema universale del matrimonio, le particolarità specifiche di un ambiente o di una cultura. Succede nel film di Burshtein, in cui la protagonista Michal si trova ad affrontare un problema transculturale (essere abbandonate all’altare) sfidando ostacoli specifici (regole e tradizioni della società ebrea ortodossa).

Ti presento i miei

Un divertentissimo e molto sfortunato Ben Stiller alle prese con il padre della neo fidanzata, nientemeno che Robert De Niro, ex agente della CIA in pensione. Scenario: il matrimonio del perfetto ex fidanzato della figlia. Un azzeccatissimo incontro tra un mito del cinema e un ottimo attore brillante, risate assicurate e alcune scene ormai cult. C’è anche un sequel, meno fortunato del primo film

Recommend
Share
Tagged in